L'acqua termale pura e calda ovunque,
anche nella tua camera.
  • Home
  • Acqua Termale di Villa dei Cedri

Acqua Termale di Villa dei Cedri

piscina in

CARATTERISTICHE DELL’ACQUA TERMALE DI VILLA DEI CEDRI

 L’Acqua di Villa dei Cedri scaturisce da due falde a 160 e 200 mt. di profondità e sgorga abbondante a circa 37° e 42° gradi. In base alla sua temperatura alla sorgente è considerata un’Acqua Minerale Termale. Nei suoi percorsi sotterranei l’acqua passa attraverso strati sovrapposti di vario spessore di ghiaia e argilla. Tale passaggio rappresenta un filtro naturale di depurazione selettiva che sottrae tutte le impurità nocive lasciando intatto il suo corredo biologico. Quando scaturisce l’Acqua è perfettamente limpida, inodore, incolore e microbiologicamente pura.

L’Acqua Termale di Villa dei Cedri è definita un’Acqua Minerale “bicarbonato-calcio-magnesiaca” perché composta in gran parte da bicarbonato, calcio, magnesio e presenta inoltre una quantità significativa di silicio.

E’ un’Acqua Alcalina con un pH molto alto attorno al 7.8 quindi con effetti antinfiammatori.

La temperatura dell’Acqua viene mantenuta costante tutto l’anno attorno ai 33°C per favorire il recupero fisiologico, mentre all’interno delle vasche differenziate raggiunge i 37°-39°C, sia nel Lago Termale principale che nella Piscina Termale. Il Lago Piccolo è attorno ai 29°-30°C per differenziare l’offerta di balneazione.

Proprietà Terapeutiche: oltre che nelle patologie non acute dell’apparato locomotore (artrosi, patologie ortopediche o traumatologiche) può giovare in vascolopatie periferiche come nei disturbi circolatori venosi o linfatici (postumi di flebiti, linfangiti) ed in alcune vascolopatie periferiche su base arteriosclerotica.

Il Decreto del Ministero della Salute ha riconosciuto “le proprietà terapeutiche dell’Acqua Minerale di Villa dei Cedri per la “balneoterapia” e ne ha consentito “l’utilizzo nella cura delle malattie artroreumatiche, nella riabilitazione motoria, nei postumi di flebopatie e nelle malattie cutanee”. (Decreti del Ministero della Salute rilasciati nel 1996 e del 1998).

Villa dei Cedri ha ottenuto anche il riconoscimento del “Poliambulatorio con ambulatorio specialistico e ambulatorio di medicina fisica, riabilitazione, recupero e rieducazione funzionale”. (Aut. San. rilasciata nel 2015).

L’Acqua di “Villa dei Cedri” ha la versatilità sia di poter essere applicata per balneoterapia sia di essere bevuta (Idropinoterapia).

Generalmente le acque minerali sono classificate:

  • Fredde : con temperature inferiori a 20°C
  • Ipotermali : con temperature da 20°C a 30°C
  • Termali : con temperature da 30°C a 40°C
  • Ipertermali : con temperature superiori a 40°C

Come indicato sopra, a Villa dei Cedri le acque sgorgano a temperature più elevate rispetto a molte altre acque minerali in Italia, generalmente fredde tra 5°C e 18°C. Quest’acqua molto leggera e con poco residuo fisso è difficile da trovare nelle acque termali ed ipertermali che di solito sono acque salso – bromo – iodiche o solfuree, quindi difficili da bere.

 

ACQUA ALCALINA

L’ACQUA TERMALE DI VILLA DEI CEDRI PRESENTA UN PH DI 7.8

La storia dell’acqua alcalina nasce nei primi del ‘900 alle pendici dell’Himalaya, un’aspra e remota regione della valle di Hunza, dove gli abitanti hanno dimostrato una eccezionale longevità (100-140 anni) e una perfetta salute.  Dopo studi si scoprì che un fattore responsabile di tale eccezionale longevità era l’acqua disciolta dai ghiacciai con pH basico.

 PROPRIETA’ DELL’ACQUA ALCALINA (BASICA)

  • PH maggiore di 7.5
  • Elevato potere antiossidante
  • Elevato contenuto di minerali
  • Facilità di assorbimento (idratazione)

Chiunque conosca un po’ di fisiologia umana sa che la biochimica del nostro corpo tende ad essere leggermente alcalina. Alcalino è anche e soprattutto il sangue arterioso, il cui range normale di pH è compreso tra 7,30 e 7,45. Valori al di sotto di 7 e superiori a 8 sarebbero incompatibili con la vita e molti disturbi vengono a manifestarsi man mano ci si allontana dal valore ottimale di 7,4. Noi umani siamo un progetto genetico biochimico alcalino.

Prima di procedere nell’esposizione del presente argomento chiariremo il significato di pH, con cui si misura la concentrazione di idrogenioni (H+) presenti in una soluzione od ovunque ci sia dell’acqua.

Una delle caratteristiche dell’acqua maggiormente importante per la vita è la ionizzazione, processo chimico che consiste nella perdita o acquisto di uno o più elettroni da parte di un atomo o di una molecola. L’attività biochimica cellulare è basata essenzialmente in un continuo processo di scissione della molecola d’acqua (H2O) in ione H+ (idrogenione) e ione OH (ossidrile) e nella sua ricombinazione, catalizzando tutti gli altri processi biochimici, che ci permettono di vivere. Infatti dopo l’aria, l’acqua è l’elemento più essenziale per qualsiasi forma di vita sulla terra. Ebbene, questa caratteristica dell’idrolisi e della sua ricombinazione sia nella cellula che fuori nel liquido extracellulare è uno dei fattori più fondamentali per la vita.

Ciò che permette al corpo di mantenersi sano ed alcalino, nonostante le cellule continuino a produrre costantemente acidi è la sua capacità drenante e la sua riserva alcalina. La riserva alcalina è costituita principalmente dai minerali alcalini presenti nel sangue, nei tessuti, nei denti e nelle ossa. Quando la riserva alcalina del sangue e dei tessuti si esaurisce, il prelievo dei minerali alcalini necessari alla neutralizzazione dell’acidosi avviene dai denti e dalle ossa. Carie ed osteoporosi sono due condizioni specifiche dell’acidosi metabolica e digestiva.

ANALISI COMPOSIZIONE ACQUA TERMALE

PH DELL’ACQUA TERMALE RICONOSCIUTO

Partner

Hellas Verona
Bernstein
Universidad Privada en Madrid - Universidad Europea de Madrid
Verona Calcio Femminile